Attività SimuLab – nuovo laboratorio di mediazione penale

Dal 19 aprile gli studenti frequentanti il corso di Giustizia penale riparativa, tenuto dalle Prof.sse Valentina Bonini e Emma Venafro, avviandosi verso le battute conclusive e forti del percorso laboratoriale appena vissuto con l’accompagnamento di Federica Brunelli, mediatrice penale di grande esperienza e competenza, sperimenteranno attivamente la costruzione di percorsi complessi di giustizia riparativa. Suddivisi in piccoli gruppi, sarà loro fornita la descrizione di un caso concreto e, con l’aiuto e la supervisione delle tutor Livia Bongiorno e Valeria Catania, saranno dapprima chiamati ad individuare le coordinate giuridiche della vicenda, così da selezionare lo strumento processuale o esecutivo all’interno del quale attivare il percorso riparativo; ciò fatto, ogni gruppo sarà suddiviso in tre componenti, identificanti rispettivamente l’accusato/condannato, la persona offesa/vittima e il mediatore/facilitatore, così da sviluppare insieme -ancora sotto lo sguardo discreto ma attento delle tutor- quel percorso dialogico di riconoscimento ed incontro che condurrà all’esito riparativo.

Percorrendo attivamente tale sentiero, gli studenti potranno non solo verificare limiti e potenzialità degli strumenti normativi attualmente offerti all’operatore della giustizia penale, ma anche apprezzare il significato di un paradigma di giustizia che restituisce voce e spazi di ascolto alle persone coinvolte nelle dinamiche di reato

Ulteriori dettagli sulle iniziative del progetto di didattica innovativa alla pagina SimuLab