Terza missione

Le attività di Terza missione in cui il Dipartimento di Giurisprudenza si è impegnato negli ultimi anni sono riconducibili a quattro grandi aree.

Diffusione della cultura della legalità

Il Dipartimento di Giurisprudenza

  • in collaborazione con l’Ateneo, ha partecipato al bando nazionale della Fondazione Falcone “Università per la legalità”, realizzando un progetto finalizzato a riacquisire alla dimensione della legalità gli spazi adiacenti alla struttura universitaria del Polo didattico Carmignani;
  • nel quadro delle azioni innovative del POT-VALE, ha organizzato incontri su questioni giuridiche di attualità nelle scuole superiori e, collaborando con il Laboratorio di Cultura costituzionale, ha contribuito a realizzare un percorso su “Cittadinanza e Costituzione” per studenti delle scuole superiori;
  • ha avviato una interlocuzione con la Casa Circondariale “Don Bosco” di Pisa, al fine di realizzare un ciclo di seminari dal titolo “Che cosa è il diritto?”, destinati ai detenuti;
  • collabora attivamente col Centro interdisciplinare Scienze per la pace (CISP), in tema di promozione e tutela dei diritti umani, condizione giuridica dei migranti, cooperazione internazionale, dialogo interreligioso, terzo settore, promozione della conoscenza della Costituzione nelle scuole.
Laboratorio di cultura costituzionale

Il Laboratorio di cultura costituzionale è sorto nel corso del 2016, allorché alcuni docenti dei Dipartimenti di Giurisprudenza e di Scienze Politiche dell’Università di Pisa hanno deciso di dare vita a una iniziativa scientifica e didattica per promuovere la conoscenza della Costituzione e la formazione di una consapevole cultura costituzionale.

Dalla sua istituzione, il Coordinatore scientifico è il prof. Saulle Panizza e tra i suoi  “fondatori” vi sono: Luisa Azzena, Giuseppe Campanelli, Elisabetta Catelani, Giovanna Colombini, Francesco Dal Canto, Gianluca Famiglietti, Valentina Giomi, Elena Malfatti, Enrico Marzaduri, Pietro Milazzo, Francesca Nugnes, Saulle Panizza, Paolo Passaglia, Andrea Pertici, Roberto Romboli, Elettra Stradella, Rolando Tarchi, Salvatore Vuoto.

Obiettivo primario del Laboratorio è quello di promuovere la conoscenza della Costituzione italiana e la formazione di una consapevole cultura costituzionale. A tal fine, prevede annualmente un programma didattico di alta divulgazione, rivolto agli iscritti e aperto alla cittadinanza.

Servizio nei confronti delle istituzioni e formazione delle professioni legali

Il Dipartimento di Giurisprudenza

  • partecipa al laboratorio congiunto interdipartimentale “Un altro modo”, finalizzato anche a elaborare progetti formativi innovativi e a sviluppare pratiche sperimentali per la diffusione della mediazione; in questo ambito, sta portando avanti uno specifico progetto di collaborazione con il Tribunale di Pisa;
  • vede molti dei suoi docenti partecipare a Commissioni ministeriali, parlamentari e regionali, fornire consulenze a favore di diversi soggetti istituzionali e svolgere audizioni parlamentari su temi di particolare rilevanza;
  • contribuisce costantemente alla formazione di avvocati, notai e magistrati, tramite incontri e relazioni presso le Scuole Forensi e Notarili e presso la Scuola Superiore della Magistratura (attualmente, una docente del Dipartimento partecipa al Comitato direttivo della Scuola Superiore della Magistratura come Vicedirettore vicario e come responsabile dell’attività di studio e ricerca dell’ente);
  • svolge attività di formazione nei confronti delle Forze Armate impegnate in missioni all’estero e di enti rappresentanti delle categorie produttive, e di educazione civica dei ministri di culto delle confessioni senza intesa;
  • vede dal 2012 lo svolgimento del Corso di Alta Formazione in Giustizia costituzionale e tutela giurisdizionale dei diritti;
  • vede alcuni suoi docenti contribuire all’attività di Iur.Ap, società spin-off formata da professori e dottori di ricerca dell’Università di Pisa che ha tra i propri obiettivi quello di fornire alle amministrazioni servizi di formazione e consulenza di alto contenuto qualitativo e quello di mettere al servizio delle organizzazioni pubbliche e private un potenziale di ricerca e innovazione.
Parità di genere, lotta alle discriminazioni e contrasto alla violenza sulle donne e sui soggetti più deboli

Il Dipartimento di Giurisprudenza

  • ha organizzato con la “Casa della Donna” un ciclo di incontri su “Violenza sulle donne e sui minori”;
  • partecipa attivamente alle attività del Comitato Unico di Garanzia dell’Ateneo, deputato alla garanzia delle pari opportunità, al contrasto alle discriminazioni, alla valorizzazione delle differenze e alla promozione del benessere lavorativo nell’Università. L’organo è presieduto da una docente del Dipartimento;
  • ha visto un gruppo di suoi docenti conseguire il finanziamento di un progetto di ricerca Jean Monnet dal titolo European Law and Gender, che ha anche obiettivi di terza missione;
  • ha visto alcuni suoi docenti partecipare alla stesura della Carta di Viareggio, documento indirizzato alla Corte europea dei diritti dell’uomo, concepito per essere diffuso nelle scuole al fine di una sensibilizzazione sui temi del rispetto dell’identità di genere, del superamento dello stereotipo di genere e del contrasto della violenza di genere.

Documenti